Povero Work-Life Balance conduce a problemi di salute più tardi nella vita

si tende a ottenere meno sonno e lavorare di piùA causa della crescente pressione della vita moderna e, nonostante gli effetti negativi che ha sulla
nostra salute, si tende a ottenere meno sonno e lavorare di più. Un nuovo studio dimostra che un scarso equilibrio tra lavoro e vita nella mezza età può avere conseguenze negative decenni più tardi.

Diversi studi hanno dimostrato che le lunghe ore di lavoro sono un male per la salute, con effetti negativi sulla salute cardiovascolare e mentale.

Al contrario, orari di lavoro flessibili e gli orari che i dipendenti hanno un maggiore controllo sulla hanno dimostrato di avere effetti positivi sulla salute e il benessere.

Nonostante questo, molti di noi hanno ancora scarso equilibrio tra lavoro e vita, e si tende a dormire meno. Nel 1910, un programma “normale” di sonno era considerata una media di 9 ore per notte, mentre oggi, questo è sceso a circa 7 ore.

Effetti dannosi includono un più alto rischio di ictus, malattia coronarica, e disturbi mentali, come ansia e depressione.

Privazione del sonnoAlcuni studi hanno dimostrato che le persone che lavorano 55 o più ore alla settimana hanno un 1,3 volte più alto rischio di ictus rispetto a quelli che lavorano ore standard.

La privazione del sonno è stata anche collegata a malattie cardiovascolari e un aumento del rischio di morte, provocando infarto miocardico e ictus.

Lunghe ore di lavoro sono stati associati con un rischio più elevato di ansia e depressione. Uno studio di 5 anni ha trovato il rischio di sviluppare la depressione in individui sani è 1,66 volte superiore a dipendenti che lavorano più di 55 ore alla settimana. Il rischio di ansia era 1,74 volte superiore.

Nonostante i noti effetti negativi della privazione del sonno e gli orari di lavoro prolungati, nessuno studio ha esaminato l’effetto combinato di questi due fattori sulla salute connessi qualità della vita (HRQoL).

Come l’equilibrio tra lavoro e vita nella mezza età influisce sulla salute in età avanzata

Come l'equilibrio tra lavoro e vita nella mezza età influisce sulla salute in età avanzataI ricercatori dell’Università di Jyväskylä in Finlandia hanno voluto determinare gli effetti della privazione del sonno di mezza età e lunghe ore di lavoro sul funzionamento fisico e HRQoL complessiva in età avanzata.

Lo studio ha analizzato in particolare il rapporto tra ore di lavoro e la durata del sonno.

I ricercatori hanno monitorato l’HRQoL di 1.527 imprenditori nati tra il 1919-1934. Si sono riuniti i dati nel 1974 e poi di nuovo 26 anni dopo.

I risultati dello studio sono stati pubblicati in Age e l’invecchiamento, la rivista scientifica The British Geriatrics Society.

Lo studio ha utilizzato il punteggio RAND-36 per valutare la HRQoL d’affari bianchi che hanno lavorato più di 50 ore a settimana e dormivano meno di 47 ore alla settimana in mezza età.

Il punteggio RAND è uno strumento di indagine semplice, generale composto da 36 domande che medici professionisti del settore e ricercatori utilizzano per valutare i risultati di cura in pazienti adulti. Esso si basa su degli intervistati auto-segnalazione.

Lo studio ha esaminato l’orario di lavoro, la durata del sonno e problemi di salute auto-riferito.

Lo studio ha esaminato l'orario di lavoro, la durata del sonno e problemi di salute auto-riferito.

Considerando il normale orario di lavoro a 50 ore settimanali e le normali ore di sonno come 47 ore a settimana, i ricercatori combinati modelli di lavoro e il sonno a venire con quattro categorie: lavoro normale e sonno normale, lavoro lungo e sonno normale, lavoro normale e breve sonno, e lungo lavoro e di breve sonno.

In età avanzata, i partecipanti ha segnato più basso della scala RAND per la funzionalità fisica, la vitalità e la salute in generale, rispetto a coloro che avevano normali modelli di lavoro e di sonno.

Uomini d’affari con lunghe ore di lavoro, ma i modelli di sonno normale ancora avevano punteggi più bassi per il funzionamento fisico in età avanzata. Anche tenendo conto di mezza età il fumo, e altri problemi di salute non correlate, l’effetto negativo sul funzionamento fisico è rimasta significativa.

I risultati che possono applicarsi a popolazioni più ampie

Lo studio è stato motivato dal fatto che gli uomini d’affari moderni sono in una determinata quantità di pressione, con oltre 6 milioni di persone in Gran Bretagna da sola attualmente lavorano più di 45 ore a settimana. Tuttavia, i risultati dello studio sono suscettibili di applicare ad altri segmenti della popolazione.

Infatti, quasi 4 su 10 gli americani hanno detto che lavorano almeno 50 ore su base settimanale.

Un rapporto 2014 Gallup rileva che gli americani lavorano una media di 47 ore a settimana, che è quasi una giornata di lavoro pieno più del 9-5 programma standard.

Infatti, quasi 4 su 10 gli americani hanno detto che lavorano almeno 50 ore su base settimanale.

I risultati dello studio indicano che, sebbene gli effetti di un povero equilibrio tra lavoro e vita non può essere sentito immediatamente, le conseguenze si estendono in età avanzata.

Riducendo le ore di lavoro e ottenere un sacco di riposo, come presto nella vita possibile sarebbe mitigare gli effetti negativi per la salute in età più avanzata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *